Trump ha dato il benvenuto ai patrioti alla Casa Bianca, ma il suo giocatore preferito, Tom Brady, non ci è andato

Boston Globe/Getty Images

Il presidente Donald Trump ha accolto mercoledì i New England Patriots alla Casa Bianca per celebrare la loro vittoria nel Super Bowl di quest'anno, ma diversi giocatori hanno saltato la cerimonia per motivi politici.



Assente anche il quarterback Tom Brady, un vecchio amico di Trump, che mercoledì mattina ha annunciato che non avrebbe partecipato all'evento a causa di 'questioni familiari personali'.

'Alla luce di alcuni recenti sviluppi, non sono in grado di partecipare alla cerimonia di oggi, poiché mi occupo di alcune questioni familiari personali', ha detto Brady in una dichiarazione a ESPN .



Il giocatore in precedenza aveva citato un 'impegno familiare' quando aveva saltato la visita della squadra alla Casa Bianca sotto il presidente Obama dopo la vittoria del Super Bowl nel 2015.



Due ore dopo l'annuncio di Brady, sua moglie Gisele Bündchen ha twittato un link a una protesta anti-Trump.

Gisele Bundchen @giseleofficial

Il 29 aprile a Washington- D.C. - Marcia per il clima, il lavoro e la giustizia. Per cambiare tutto, abbiamo bisogno di tutti. https://t.co/dZaRiXQV46

16:46 - 19 aprile 2017 rispondere Retweet Preferito

Brady ha detto mercoledì di essere 'così felice ed eccitato' che i Patriots siano stati onorati alla Casa Bianca, un evento tipicamente tenuto per la squadra vincitrice del Super Bowl.



'Grazie al presidente per aver ospitato questa celebrazione onoraria e per aver sostenuto la nostra squadra da quando ho memoria', ha detto Brady.

Il quarterback ha detto che sperava che la squadra potesse vincere un altro campionato e tornare presto alla Casa Bianca, e ha augurato ogni bene ai suoi compagni di squadra.

Stephen Lovekin / WireImage per Bragman Nyman Cafarelli

Brady e Trump nel 2005.



Tuttavia, sei dei suoi compagni di squadra hanno pubblicamente promesso di boicottare l'evento a causa della loro opposizione a Trump: il tight end Martellus Bennett, la safety Devin McCourty, il linebacker Dont'a Hightower, il running back LeGarette Blount, il tackle difensivo Alan Branch e il defensive end Chris Long.

'Non mi sento accettato alla Casa Bianca', ha detto McCourty del motivo per cui ha boicottato l'evento. 'Con il presidente che ha così tante opinioni e pregiudizi forti, credo che alcune persone potrebbero sentirsi accettate lì mentre altre no'.

A febbraio, BuzzFeed News ha raggiunto 25 giocatori di Patriots le cui informazioni di contatto erano accessibili per chiedere se avrebbero partecipato alla celebrazione tradizionale. Di quel gruppo, 21 non hanno risposto all'inchiesta; due rappresentanti dei giocatori e un giocatore hanno evitato una risposta definitiva sulla partecipazione; e solo il lungo snapper Joe Cardona ha detto che sarebbe andato.

Susan Walsh / AP

Ma alla fine dozzine di giocatori si sono presentati per l'evento, in piedi dietro al presidente mentre era dotato di una maglia e di un casco speciali.

'I Patriots sono un'organizzazione incredibile e questa vittoria del Super Bowl è stata uno sforzo di squadra completo', ha detto Trump.

Il presidente ha anche fatto un sornione riferimento alla sua vittoria elettorale durante l'evento, facendo esplodere gli esperti che avevano predetto che lui e i Patriots sarebbero stati sconfitti nelle loro gare.

«Con le spalle a tutti e agli esperti, i buoni vecchi esperti, ragazzo, si sbagliano molto, vero? — dicendo che non potevi farlo, la partita era finita, hai messo a segno una delle più grandi rimonte del Super Bowl di tutti i tempi', ha detto il presidente della vittoria della squadra 34-28 sugli Atlanta Falcons.

Trump ha guardato la partita del 5 febbraio nel suo golf club della Florida, ma ha lasciato la festa in anticipo quando i Patriots erano in svantaggio e sembrava che la sua squadra favorita avrebbe perso.

Molti giocatori di Patriots non diranno se incontreranno Trump alla Casa Bianca

Sei giocatori dei Patriots si rifiutano di incontrare Trump, aumentando la pressione sui loro compagni di squadra