I test del DNA suggeriscono che il coronavirus si è diffuso a Washington per settimane

David Ryder/Getty Images

Gli operatori sanitari trasportano un paziente su una barella in un'ambulanza a Kirkland, Washington.



Mentre il coronavirus atterra negli Stati Uniti, lo stato di Washington è stato finora il più colpito, con almeno 27 casi confermati, inclusi nove decessi, da martedì .

Probabilmente ne seguiranno molti altri. Se si deve credere a una nuova analisi genetica, il virus circola – non rilevato – in tutto lo stato da settimane.



L'analisi preliminare di un paio di casi, condotta alla fine della scorsa settimana dal Fred Hutchinson Cancer Research Center di Seattle, supporta la crescente probabilità che alcune persone vengano infettate negli Stati Uniti, anziché all'estero o da un caso noto.



I risultati sottolineano anche quanto gravemente i test diagnostici siano rimasti indietro a livello nazionale, consentendo all'agente patogeno di diffondersi nelle comunità americane in gran parte inosservati. Nell'ultimo segno di quanto poco chiara sia la portata dell'epidemia, la prima morte conosciuta negli Stati Uniti si è verificato nell'area di Seattle la scorsa settimana, ma la sua connessione al coronavirus non è stata segnalata fino a martedì pomeriggio.

Caitlin Rivers, epidemiologo presso il Johns Hopkins Center for Health Security, ha affermato che ciò che sta accadendo nell'area di Seattle potrebbe accadere anche altrove. La California ha riferito almeno quattro casi diffuso per trasmissione comunitaria. Ci sono stati più di 100 casi negli Stati Uniti a partire da martedì.

Dovremmo pensare a questo come il nostro primo avvertimento, o un avvertimento precoce, che stiamo iniziando a vedere un nuovo capitolo nell'epidemia negli Stati Uniti, ha detto Rivers a BuzzFeed News.



E la virologa della Columbia University Angela Rasmussen ha detto via e-mail: 'Questo indica che ci sono probabilmente focolai di diffusione della comunità in altri stati, il che significa che sarà molto più difficile, se non impossibile, contenere questo virus.

Sabato, Trevor Bedford, uno scienziato della Fred Hutchinson, rivelato che il suo team aveva sequenziato i genomi di due casi di coronavirus a Washington. Uno di loro, riportato il 19 gennaio, era il primo caso negli USA : un uomo che era tornato di recente da Wuhan, in Cina, l'epicentro del virus, alla contea di Snohomish, a Washington.

Il secondo, riportato venerdì scorso, è stato quello di uno studente delle superiori , che si trovava anche lui nella contea di Snohomish ma non si era recato in un paese colpito dall'epidemia, secondo i funzionari della sanità pubblica locale.



Bedford ha detto su Twitter che il secondo caso si è rivelato essere geneticamente simili al primo, con i due che condividevano una rara variante che rendeva altamente improbabile che la somiglianza fosse una coincidenza. È più probabile che la prima infezione si sia diffusa nella comunità prima di generare la seconda.

Trevor Bedford @trvrb

@seattleflustudy Questo caso, WA2, è su un ramo nell'albero evolutivo che discende direttamente da WA1, il primo caso segnalato negli Stati Uniti campionato il 19 gennaio, anche dalla contea di Snohomish, visualizzabile qui: https://t.co/gxyo0PsJ7x 2 /9

04:20 - 01 marzo 2020 rispondere Retweet Preferito

Questo suggerisce fortemente che ci sia stata una trasmissione criptica nello Stato di Washington nelle ultime 6 settimane, lui ha scritto , aggiungendo che riteneva che lo stato stesse affrontando un'epidemia già consistente. I suoi modelli iniziali prevedevano che il numero di infezioni nello stato fosse probabilmente intorno qualche centinaio , e un post sul blog compreso il conteggio dei casi aggiornato di lunedì, si stima che fosse più vicino a 600. Bedford ha scritto che questo corrispondeva alle sue proiezioni sul numero di infezioni a Wuhan il 1 gennaio.

Esperti esterni hanno sottolineato che i modelli, basati sulla piccola quantità di dati attualmente disponibili, erano preliminari. Bedford non era disponibile per ulteriori commenti.

Il governatore di Washington Jay Inslee ha dichiarato lo stato di emergenza durante il fine settimana. I nove decessi dovuti al coronavirus nello stato includevano residenti anziani della struttura infermieristica Life Care Center a Kirkland.

Jamie Nixon, portavoce del Dipartimento della salute dello stato, ha affermato che l'agenzia sta valutando i risultati del team di Fred Hutchinson. È sicuramente possibile che il COVID-19 sia circolato, con persone che manifestano sintomi lievi proprio come l'influenza, ha detto Nixon via e-mail.

Solo ora quei casi iniziano a essere scoperti, a Washington e altrove.

I Centri per il controllo e la prevenzione delle malattie sono stati ampiamente accusati di non aver reso ampiamente disponibili i test durante le prime settimane cruciali in cui la malattia è entrata negli Stati Uniti. critici colpa dell'agenzia per la spedizione di centinaia di kit di test diagnostici difettosi ai laboratori locali e statali e per l'imposizione di criteri rigorosi su chi potrebbe essere testato.

Il CDC ha ampliato i criteri la scorsa settimana e ha affermato di aver trovato una soluzione per il suo test originale, eliminando una parte difettosa del test del DNA. Martedì, l'agenzia ha dichiarato che entro la fine della settimana invierà 75.000 test ai laboratori di tutto il paese. E il capo della FDA ha detto che il totale si avvicinerà a 1 milione con test di fornitori commerciali. Ma solo circa 500 americani erano stati testati a partire da domenica e molti scienziati ritengono che questi sforzi siano troppo tardi.

Tutti nella sanità pubblica hanno chiesto più test da circa un mese, ha affermato Tara Smith, epidemiologo presso la Kent State University. Siamo stati lenti a implementarlo, e questo è un grosso problema.

Con il lancio dei test, un picco di casi significherà probabilmente che verranno confermate più infezioni esistenti, non necessariamente che si stanno verificando nuove infezioni.

Non è che avremo una folle esplosione nei prossimi giorni, ha detto Rivers. Ci stiamo solo aggiornando per capire il quadro attuale. I primi numeri potrebbero sembrare allarmanti, ma devi interpretarli sapendo che ora stiamo solo ottenendo visibilità su cose che sono già accadute.

Azeen Ghorayshi ha contribuito a raccontare questa storia.

AGGIORNARE

03 marzo 2020, alle 21:53

Questa storia è stata aggiornata per includere ulteriori informazioni sul numero previsto di casi di Trevor Bedford nell'epidemia di coronavirus di Washington.

AGGIORNARE

03 marzo 2020, alle 21:00

Questa storia è stata aggiornata per includere i conteggi dei casi di coronavirus a Washington a partire da martedì pomeriggio.

AGGIORNARE

03 marzo 2020, alle 19:46

Questa storia è stata aggiornata per includere numeri più aggiornati sui casi di coronavirus diffusi attraverso la trasmissione comunitaria in California.


Altro su questo